Progettazione integrata

Progettazione integrata di un edificio: l’approccio costruttivo multidisciplinare

La progettazione integrata di un edificio ad alte prestazioni energetiche e ambientali è fondamentale per concepire un processo costruttivo efficace e funzionale.

Costruire un edificio, piccolo o grande che sia, resta un progetto complesso, che richiede un approccio multidisciplinare. Un lavoro di squadra armonico, capace d’integrare diverse professionalità, con competenze specifiche.

Il fatto che un’abitazione permetta bassi consumi, un elevato comfort abitativo e un ridotto impatto ambientale è una necessità percepita sia nella costruzione che nella ristrutturazione casa. Tuttavia, non si è ancora giunti, con sistematicità, alla considerazione di questi aspetti essenziali fin dalle prime fasi di progettazione.

Non è facile per architetti e geometri trovare imprese edili, a Verona e provincia, consapevoli e strutturate, per sviluppare un processo costruttivo integrato e funzionale al progetto.

In questo articolo, vediamo insieme cosa intendiamo per progettazione integrata e come possa offrire al committente un’abitazione ad alte prestazioni in un determinato contesto ambientale.

Progettazione integrata per affrontare le sfide dell’edilizia moderna

L’approccio alla progettazione integrata in edilizia permette di affrontare e risolvere in modo efficace diverse problematiche. Da un lato, consente di implementare soluzioni costruttive, che minimizzano l’uso delle risorse energetiche e ambientali. Dall’altro, garantisce al committente un processo costruttivo “olistico”, alimentato dalla sinergia di diverse professionalità e orientato all’obiettivo.

Il processo edilizio deve poter contare su una collaborazione multidisciplinare in ogni fase del progetto, dall’inizio alla fine, che si tratti di costruire o di ristrutturare un edificio. In particolare, questa necessità nasce dalla consapevolezza di voler costruire edifici ad alto comfort abitativo, che rispettino il contesto ambientale.

Dopotutto, le minacce del cambiamento climatico richiedono l’obbligo di rispettare le direttive europee e le normative nazionali, per ridurre i consumi energetici. È una sfida complessa, che deve essere affrontata implementando un protocollo di valutazione del processo costruttivo. In questo modo è possibile monitorare gli indicatori che ne certificano le prestazioni, come:

  • comfort ambientale;
  • qualità dell’aria interna;
  • uso di materiali e sostanze non pericolose;
  • utilizzo etico e responsabile delle risorse;
  • salvaguardia della biodiversità;
  • trasporto ecosostenibile dei materiali.

Orientare le scelte costruttive alle geometrie dell’edificio e all’impiego di tecnologie solari, o sistemi di ventilazione controllata, permette di ridurre i consumi energetici durante l’intero ciclo di vita dell’edificio.

Esistono protocolli ideati proprio per semplificare la valutazione ambientale degli edifici, come il LEED e il protocollo ITACA (sistema italiano di valutazione dell’eco-sostenibilità degli edifici). Anche CasaClima ha sviluppato un protocollo di certificazione definito attraverso un iter, che valuta e misura le prestazioni ambientali di un edificio: dalla progettazione alla costruzione, fino alla gestione delle prestazioni nel tempo.

Dunque, la progettazione integrata non è solo un concetto fine a sé stesso, ma è uno strumento pratico. Consente di approcciare alla costruzione di un edificio con una visione d’insieme, che attraversa l’intero processo di realizzazione.

Progettazione integrata architettonica

Cosa significa progettazione integrata: il cantiere evoluto

Possiamo concepire la progettazione integrata come la combinazione tra 2 necessità imprescindibili in un processo costruttivo ad alte prestazioni:

  • collaborazione degli attori del processo edilizio (committente, architetto, general contractor);
  • implementazione di soluzioni architettoniche integrate, per garantire elevate prestazioni energetiche ed ambientali.

Dunque, la progettazione integrata si basa sia su un processo decisionale che sui principi di progettazione passiva, scaturiti dagli obiettivi di progetto. Ogni aspetto essenziale nella costruzione di un edificio viene considerato fin dall’inizio, che sia strutturale, funzionale, energetico, estetico o ambientale.

Con un approccio sinergico la progettazione edilizia rispetta gli standard di gestione ambientale definiti dalle norme internazionali ISO 14000, e permette di adottare i principi della progettazione passiva.

Nonostante ogni progetto edile presenti peculiarità e necessità complesse, un approccio multidisciplinare e collaborativo consente di concepire soluzioni tecniche efficaci, per mirare agli obiettivi prefissati.

Il cantiere si evolve e diventa il luogo in cui si assemblano sapientemente diversi processi costruttivi, che devono garantire, con certificazioni e test, le prestazioni di legge.

Vantaggi della progettazione integrata e centralità del progetto

La progettazione integrata è una metodologia che combina progettazione ecosostenibile e passiva, per costruire un edificio ad altissime prestazioni. Spesso, l’errore è quello di credere che questo approccio sia troppo costoso. In realtà, a lungo termine, i costi di gestione e manutenzione si riducono, e il valore commerciale dell’immobile cresce: comfort e salubrità degli ambienti interni, lo rendono sempre più appetibile sul mercato.

I vantaggi della progettazione integrata sono numerosi e tangibili, sia per imprese edili, architetti e progettisti che per i committenti:

  • migliori prestazioni energetiche;
  • ottimizzazione del microclima interno;
  • riduzione dei costi di gestione;
  • abbattimento del rischio di difetti di costruzione;
  • maggiore coinvolgimento e soddisfazione del committente;
  • tempi certi di realizzazione;
  • aumento dell’efficienza del cantiere;
  • aumento del valore di mercato dell’immobile.

Riuscire a coinvolgere subito tutti gli “attori” nella progettazione edilizia dell’edificio, crea interazioni, che si influenzano l’una con l’altra e facilitano le scelte. Questo favorisce lo sviluppo di un processo edilizio evoluto all’interno dell’impresa edile.

Il General contractor come partner nella progettazione e costruzione degli edifici

La progettazione integrata è un processo iterativo, un metodo flessibile e capace di adattarsi ai diversi contesti, per sviluppare nuove e creative soluzioni edilizie. Non si tratta di offrire semplici opzioni “chiavi in mano”, ma di creare un processo edilizio personalizzato e integrato.

Il general contractor può facilitare i processi di progettazione e assumere il ruolo di coordinatore all’interno di un team multidisciplinare:

  • architetti;
  • appaltatori;
  • consulenti, come l’ingegnere strutturista o i termotecnici;
  • ditte fornitrici;
  • enti pubblici;
  • risorse umane;
  • ecc.

Collaborazione, condivisione delle informazioni e partecipazione all’identificazione di strategie realistiche per il progetto, sono azioni che innescano una progettazione integrata performante e funzionale.

Da oltre 20 anni collaboriamo direttamente con architetti e geometri, per supportarli nella realizzazione di soluzioni edilizie ad alte prestazioni energetiche e ambientali.

Innovero è l’impresa edile, a Verona e provincia, che offre tecnici specializzati e professionisti certificati CasaClima, capaci di implementare soluzioni costruttive sartoriali e innovative. Contattaci per una consulenza gratuita e analizziamo insieme il tuo progetto.

Articoli simili